Due Mani Per Un Cuore | Primo Soccorso | Disostruzione | BLSD

IL RAFFREDDORE NON È L’ANAGRAMMA DI IL RE DEL FREDDO

October 25, 2018

 

In realtà le basse temperature ambientali non c’entrano nulla con le malattie.

 

I famosi colpi di freddo, raffreddamento del sudore addosso e all’aperto, ma soprattutto i temutissimi sbalzi di temperatura, servono solo per imputare colpe a parenti, insegnanti, allenatori, ecc. che a turno hanno avuto la disgrazia di impedire al bambino di girovagare per Yakutsk in costume.

 

Il freddo da solo non può essere causa di malattie, occorre sempre il contatto con microrganismi specifici come virus e batteri che possono generare la malattia, superando le nostre difese immunitarie.

 

Sfortunatamente i microrganismi non vanno in vacanza, infatti, il raffreddore che è un’infezione delle vie aeree superiori si presenta anche d’estate.

Ci si può chiedere allora quale sia il motivo dell’aumento delle malattie respiratorie durante il periodo invernale.


Una risposta semplice, ma non l’unica, è che in inverno, soprattutto i bambini sono a maggior contatto tra loro nei luoghi chiusi e in assenza di sistemi di filtraggio dell’aria; ambienti perfetti per una maggiore proliferazione dei microrganismi e quindi per la possibilità di contagio.

 

Alcune soluzioni possono essere:
-non limitare le attività all’aperto;
-favorire il lavaggio delle mani;
-insegnare a coprire la bocca con l'incavo del gomito durante lo starnuto;
-insegnare a soffiare il naso e a buttare i fazzoletti subito dopo il loro utilizzo;
-non picchiare la maestra se sorpresa durante il cambio d’aria senza aver spostato i bambini in un’altra classe calda e asciutta;

 

Un paio di miti da sfatare:
- Mito 1: somministrare antibiotici durante il raffreddore.
Realtà: il raffreddore essendo generato dai virus non risponde alla terapia antibiotica
- Mito 2: se il muco è giallastro o verdastro è indice di sovrainfezione batterica.
Realtà: il cambio di colore del muco può avvenire in assenza di contaminazione batterica.

Infine, ma non per l’importanza, è utile raccomandare i programmi di vaccinazione.

 

Dr. Riccardo Ristori

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Post in evidenza

I'm busy working on my blog posts. Watch this space!

Please reload

Post recenti

November 19, 2018